Il Consorzio C.A.R.P.I. – Consorzio Autonomo Riciclo Plastica Italia – nasce nel 2007 dalla volontà di alcuni imprenditori di riunire le maggiori aziende italiane operanti nel settore del riciclaggio dei rifiuti in materiale plastico da prodotti e imballaggi secondari e terziari, provenienti da superficie privata.

Da sempre l’idea è quella di aumentare e rafforzare la rete di imprese al fine di lavorare in maniera compatta e unita per raggiungere obiettivi di interesse comune.

Ad oggi fanno parte del consorzio aziende sparse in tutto il territorio nazionale.

UNA SOLIDA RETE DI IMPRESE

UN CONSORZIO DI SERVIZI

Il C..A.R.P.I. è un Consorzio “di sistema”, in grado di rappresentare e servire tutti gli attori della complessa filiera del recupero e del riciclo, per favorire una gestione eco compatibile dei rifiuti in plastica e per garantirne soprattutto il loro riciclo.

Fin dalla sua nascita ha obiettivi ben precisi e offre ai suoi consorziati validi servizi.

I consorziati CARPI sono i veri protagonisti dell’ECONOMIA CIRCOLARE dei rifiuti in materiale plastico e sono portatori di una visione completamente opposta rispetto alla ormai dismessa “economia lineare”.

Allungando la vita dei polimeri e modificando il ciclo di vita del materiale plastico favoriscono il passaggio dall’usa e getta all’usa e recupera, minimizzando e differendo sempre più nel tempo il momento dello smaltimento finale.

ECONOMIA CIRCOLARE

Il consorzio si è da sempre dato una fisionomia in accordo con i tempi, in grado di coniugare il principio della sostenibilità ambientale con la ricerca di soluzioni economiche vantaggiose per le imprese e per il Paese.